Protecting over 230 million PCs, Macs, & Mobiles – more than any other antivirus

Archivio

Archivio per la categoria ‘Android corner’
27 maggio 2015

Perché la gente non fa il backup dei loro cellulari e di altro

Devastazione. La sensazione che hai quando ti rendi conto che il tuo cellulare è sparito. Tutte quelle foto, contatti e altri dati – andati per sempre. Perché? Perché non è stato eseguito il backup.

infographics-300px_blog-IT (1)

Avast ha condotto un’indagine globale per scoprire se la gente fa il backup dei dati sui propri dispositivi mobili. Abbiamo ricevuto risposte da 288.000 utenti nei paesi tra cui Stati Uniti, Germania, India, Messico e Russia.

Per avere un’idea di quali tipi dei dati gli utenti memorizzano sui loro dispositivi, abbiamo iniziato l’indagine chiedendo agli intervistati per quali scopi usano i loro dispositivi mobili oltre a effettuare chiamate e inviare messaggi di testo. In risposta, abbiamo scoperto che

Due persone su dieci utilizzano il proprio dispositivo mobile per scattare foto

  • il 18% naviga in Internet
  • il 17% ascolta musica / guarda video
  • il 16% usa applicazioni di social networking come Facebook e LinkedIn

Perché la gente non fa il backup dei propri dati?

In poche parole, la maggior parte delle persone non pena che sia necessario fare il backup dei propri dati. Globalmente il 36% e quasi la metà dei russi non crede che sia necessario (48%).
Quasi un quarto del mondo concorda che non fa il backup dei propri dati per pigrizia (24%). Il Trentadue percento del popolo indiano ammette che è troppo pigro per fare il backup.
Trentasei percento dei Britannici ha affermato di non fare il backup dei propri dati perché crede che i loro dati non sono preziosi, rispetto al 22% degli intervistati a livello globale che affermano questo come loro motivazione per non fare il backup dei propri dati mobili.

Che cosa è più importante per gli utenti mobile: telefono o dati?

Ora che abbiamo stabilito che molte persone non si preoccupano dei loro dati, sono troppo pigri per evitarne la perdita, o non credono che ne vale la pena, abbiamo quindi chiesto agli utenti se sarebbero più preoccupati di perdere: i loro dati (senza avere un backup) o il loro dispositivo.
A livello globale il 64% di noi è più sconvolto di aver perso i dati piuttosto del telefono stesso.. Gli intervistati in Messico afferma questo, con il 78% degli utenti messicani che sostiene che sarebbe più sconvolto di perdere i loro dati che perdere il loro telefono.

Quali dati hanno paura di perdere le persone?

Generalmente, gli utenti erano maggiormente preoccupati di perdere i contatti memorizzati sul proprio dispositivo mobile (25%) e le foto (21%). Nonostante queste preoccupazioni, il 37% degli intervistati ha dichiarato di non fare il backup dei propri dati. I brasiliani sono i meno propensi a eseguire il backup dei propri dati (45%), ma il 64% dei brasiliani sarebbe sconvolto per perderlo.

Perché si dovrebbe fare il backup dei dati mobile

Usiamo i nostri dispositivi mobili per effettuare chiamate importanti, catturare momenti preziosi, navigare in Internet, utilizzare le nostre applicazioni preferite e molto altro ancora. Tutto può succedere al dispositivo mobile in una frazione di secondo; potrebbe cadere in aqua, essere perso (sia perdita o furto) o addirittura finire sotto una macchina! Eppure, come abbiamo scoperto, molti non fanno il backup dei dati che ritengono indispensabili.

Come fare il backup dei dati

È possibile fare il backup dei dati in molti modi: collegando il vostro dispositivo mobile a un PC (come quasi un terzo degli utenti globali fanno), collegandolo a un servizio Cloud (come Dropbox, iCloud o Google Drive) o usare un app mobile backup come Avast Mobile Backup.

Quando la gente in realtà fa il backup dei propri dati, come lo fa?

La maggior parte di quelli che fanno il backup dei propri dati, lo fa su mensilmente (41%), mentre un altro 8% lo fa giornalmente. La maggior parte delle persone fa il backup dei propri dati collegandolo a un PC (32%) – solo il 17% il backup dei propri dati nel cloud. Quando abbiamo chiesto il motivo, il 46% degli utenti ha espresso la loro riluttanza a fare il backup su cloud a causa di problemi di privacy. I tedeschi sono i più preoccupati per la loro privacy dall’avvento del cloud backup (61%), con i spagnoli (58%) e americani (57%) con percentuali vicine ai tedeschi.

Grazie per utilizzare Avast Antivirus e consigliarci ai tuoi amici e alla tua famiglia. Per tutte le ultime notizie e informazioni sui concorsi, seguici su Facebook, Google+ e Twitter.

29 aprile 2015

Avast mette in luce gli utenti di Battery Saver per il loro impatto positivo sull‘ambiente

Sapevate che una settimana fa era la Giornata della Terra? In quel giorno le persone, organizzazioni, aziende e governi di tutto il mondo dimonstrano il loro impegno a proteggere la Terra e contribuire ad un futuro sostenibile. Ogni azione, non importa quanto piccola, conta – dal mangiare meno carne, al riciclaggio o il compostaggio per ridurre la tua impronta ecologica: tutto contribuisce ad un mondo più pulito e più verde ora e in futuro.

Gli utenti Avast fanno la loro parte per salvare la Terra

Siccome noi ci teniamo a tutto ciò che riguarda il verde su questa Terra, vogliamo evidenziare un gruppo particolare di clienti Avast. Questi utenti Android sono venuti da Avast semplicemente per trovare un modo per risparmiare la carica della batteria del proprio smartphone. Non avevano compreso quando hanno installato Avast Battery Saver sul proprio dispositivo Android che insieme stavamo facendo la differenza di cui anche noi eravamo sorpresi.

Nel primo mese dal lancio di Avast Battery Saver, 200.000 clienti lo hanno scaricato e hano utilizzato attivamente sul proprio Android cellulare o tablet. Questa infografica mostra come l’uso cumulativo aggiungeva un reale risparmio energetico.

Fate la vostra parte per la Terra e risparmiate 20% della batteria ogni giorno! Scarica Avast Battery Saver gratuitamente da Google Play.

battery-saver-infographics-IT

Grazie per utilizzare Avast Antivirus e consigliarci ai tuoi amici e alla tua famiglia. Per tutte le ultime notizie e informazioni sui concorsi, seguici su Facebook, Google+ e Twitter.

24 aprile 2015

Paura e disgusto su Google Play: uno sguardo approfondito alle app odierne di risparmio della batteria e pulizia

Installa Avast Battery Saver gratuitamente sul tuo dispositivo Android da Google Play!

Installa Avast Battery Saver gratuitamente sul tuo dispositivo Android da Google Play!

Avast Battery Saver contribuisce in modo semplice e rapido a prolungare la durata della batteria in ambiente Android

I dispositivi mobili si stanno evolvendo a un ritmo eccezionale. La velocità del processore, la qualità dello schermo e le opzioni di connettività sono completamente cambiate nel corso degli ultimi anni. Tuttavia, la durata della batteria sembra non riuscire a mantenere il passo con la maggiore capacità richiesta per alimentare l’enorme numero di nuovi processori e schermi.

In base a un recente sondaggio a cui hanno risposto 20.000 utenti, il 60% dei proprietari di un dispositivo Android non è contento della durata della batteria.

Sono moltissime le applicazioni Android che tentano di risolvere questo problema, tuttavia la maggior parte di esse non ci riesce. Quando si esaminano le funzioni disponibili su tali app, è facile capire perché molte non abbiano ottenuto un successo completo.

Chiusura delle applicazioni

La chiusura delle applicazioni è la funzione più diffusa presente non solo su molte app per risparmiare batteria, ma anche nelle app di pulizia e ottimizzazione per smartphone. Con molta probabilità, si tratta di una situazione originatasi nei sistemi operativi desktop Windows. Dato che gli utenti si sono abituati a chiudere i programmi su Windows quando i propri PC iniziavano a rallentare, tale comportamento si è trasferito sui dispositivi mobili quando gli utenti hanno iniziato a usare Android.

Tuttavia, il sistema Android funziona in modo diverso. I sistemi operativi Android cercano di mantenere completamente occupata la memoria RAM al fine di passare da un’applicazione all’altra più velocemente. In presenza di un quantitativo insufficiente di RAM libera, Android termina le applicazioni meno recenti. Pertanto, l’utente non ha bisogno di chiudere manualmente le applicazioni. Inoltre, la chiusura delle attività rallenta i dispositivi, dato che, ogni volta in cui viene chiusa un’app, i relativi dati devono essere nuovamente caricati nella RAM.

Prova tu stesso

Ecco un piccolo test che ti consigliamo di provare: installa un’app per la chiusura delle attività, per l’ottimizzazione della RAM o per il risparmio della batteria che promette di “ripulire” la RAM. Tocca il pulsante principale (in genere denominato “Ottimizza” o “Ripulisci”). Noterai che sono state chiuse svariate applicazioni. Aspetta qualche secondo e riprova. Non succederà nulla, in quanto hai già chiuso tutto.

Ora, disinstalla o ripulisci i dati nell’app testata. Dopo aver toccato nuovamente il pulsante “Ottimizza”, quasi tutte le app che avevi appena chiuso vengono nuovamente indicate come da chiudere. Strano, eh? Sembrerebbe che il pulsante “Ottimizza” non abbia funzionato. In realtà le applicazioni sono state effettivamente chiuse. Tuttavia, molte app si riavviano subito dopo la chiusura sfruttando la funzione WakeLock di Android. Le app con un pulsante “Ottimizza” includono un timer che per qualche secondo impedisce agli utenti di notare che le app appena chiuse sono di nuovo in esecuzione. Per questo motivo, non ha alcun senso utilizzare la funzione “Ottimizza”.

Qui sono riportate maggiori informazioni sulla chiusura delle attività:

1. http://www.howtogeek.com/127388/htg-explains-why-you-shouldnt-use-a-task-killer-on-android/

2. http://lifehacker.com/5650894/android-task-killers-explained-what-they-do-and-why-you-shouldnt-use-them

Come posso prolungare davvero la durata della batteria del mio dispositivo?

Ci sono alcuni fattori determinanti che contribuiscono a risparmiare la batteria, come la disattivazione di determinate funzioni del dispositivo, tra cui il Wi-Fi e i dati mobili, o la limitazione della luminosità e dei tempi di spegnimento dello schermo.

Avast offre Avast Battery Saver, un’applicazione che consente di prolungare la durata della batteria in modo molto semplice. Ottimizza impostazioni del telefono come la connettività Internet, la luminosità e i tempi di spegnimento dello schermo in base alle tue esigenze. I Profili intelligenti vengono attivati automaticamente in base all’ora, alla posizione e al livello della batteria, senza sacrificare le attività che utilizzi di più.

Avast Battery Saver contiene inoltre un potente strumento che consente di risolvere il problema delle app che consumano batteria anche quando non vengono utilizzate. Ti permette di verificare la quantità di batteria consumata da ciascuna app e di forzare l’arresto delle app che non stai utilizzando. A differenza della chiusura delle attività, l’arresto forzato è una soluzione nativa di Android per impedire alle app di essere eseguite in background quando non necessario. Una volta forzato l’arresto, l’app interessata non verrà eseguita fino a quando non verrà aperta manualmente.

Sei pronto a prolungare la durata della tua batteria? Scarica Avast Battery Saver gratuitamente da Google Play.

Grazie per utilizzare Avast Antivirus e consigliarci ai tuoi amici e alla tua famiglia. Per tutte le ultime notizie e informazioni sui concorsi, seguici su Facebook, Google+ e Twitter.

Comments off
24 ottobre 2014

Avast protegge lo smartphone dei tuoi ragazzi

I ragazzi sono responsabili dei propri smartphone. Aiutali a mantenerli sicuri con alcune semplici integrazioni.

Sette ragazzi delle superiori su dieci portano a scuola lo smartphone: i telefoni non vengono utilizzati solo per navigare su Internet o sui social network, ma per aiutare i ragazzi a spostarsi all’interno della scuola, a comunicare con insegnanti e altri studenti e a seguire il flusso di notizie didattiche. Per molti genitori, il telefono cellulare rappresenta uno strumento di sicurezza e un modo per tenersi in contatto, specialmente in caso di emergenza.

La prima cosa da fare dopo aver comprato uno smartphone destinato a un adolescente

La maggior parte dei ragazzi utilizza dispositivi con il sistema operativo Android, senza alcuna protezione di sicurezza aggiuntiva. La prima cosa da fare è scaricare un’app di sicurezza per proteggere il telefono e i dati che contiene.

La nuova versione di Avast Mobile Security e Antivirus è appena uscita e include un’interfaccia utente completamente rielaborata, che la rende ancora più semplice e intuitiva. Avast Mobile Security è gratuito e inizierà immediatamente a proteggere il dispositivo dal download di app dannose e dallo spyware, a bloccare il malware e ad eseguire il backup di contatti, SMS/registro chiamate e foto.

Installa Avast Mobile Security e Antivirus dal Google Play store.

La seconda cosa da fare dopo aver comprato uno smartphone destinato a un adolescente

Gli studenti delle superiori sono sempre impegnati in numerose attività: è probabile che prima o poi lo smartphone venga smarrito. Avast Anti-theft è un’app autonoma installabile separatamente da Avast Mobile Security. Contiene funzioni di localizzazione per individuare il telefono smarrito o rubato, gestirlo in remoto e perfino bloccarlo.

Una volta installato Avast Mobile Security, verrà richiesto di configurare il modulo antifurto. Per ulteriori informazioni sulle funzionalità remote disponibili dall’account my.avast.com, consulta le Domande frequenti (FAQ) di Avast Mobile Security.

Installa Avast Anti-Theft dal Google Play store.

Altre cose da fare

  • Imposta una password per lo smartphone. È un’operazione facile e rappresenta una prima difesa contro sguardi indiscreti e tentativi di furto.
  • Aggiungi i numeri importanti all’elenco dei contatti. Aggiungi il tuo numero di cellulare e il numero di lavoro, i contatti di nonni, della scuola e di emergenza.
  • Informati sul regolamento scolastico. È importante sapere se l’utilizzo del telefono è vietato in orario scolastico o se è consentito solo durante le pause.
  • Parla ai tuoi ragazzi dell’importanza della privacy, toccando argomenti come l’upload di foto e video, il sexting e l’eccessiva condivisione sui social network.

Grazie per utilizzare Avast Antivirus e consigliarci ai tuoi amici e alla tua famiglia. Per tutte le ultime notizie e informazioni sui concorsi, seguici su Facebook, Google+ e Twitter.

Comments off